Reverse care capelli: il balsamo prima dello shampoo

Reverse care – perché e per chi?

Invertendo l’ordine dei prodotti per la cura dei capelli può avere qualche beneficio sul loro aspetto? Ci sono dei prodotti appositamente creati per una beauty routine invertita? Quali sono i tipi di capelli che rispondono meglio alla reverse care? 

Queste domande sono sicuramente tra le prime che noi donne ci poniamo prima di provare sui propri capelli la detersione invertita, in altre parole il lavaggio che inizia applicando il balsamo e terminando il ciclo di cura con lo shampoo.

 

reverse-care-tecnica-detersione-capelli

 

La tecnica della reverse care è nata negli Stati Uniti con lo scopo di risolvere il problema dei residui di balsamo o maschera che rimangono sui capelli anche dopo un accurato risciacquo ed è particolarmente adatta se usata per i capelli fini e sottili che tendono a ingrassare facilmente. I capelli grassi, si sa, a volte rimangono appesantiti dopo l’uso del balsamo che può essere troppo idratante e la tecnica della reverse care previene quella sensazione di appesantimento, davvero spiacevole.

separatore-testo-capelli-e-desideri

I benefici di questa tecnica sono multipli ma da tenere presente c’è il fatto che non è per niente adatta ai capelli secchi o sfibrati, caso nel quale questi hanno bisogno di idratazione intensa, che il conditioner e la maschera post detersione offre pienamente. Per i capelli fini e grassi invece, l’uso del balsamo prima della detersione rappresenta un gesto di ricostruzione capillare, di protezione dei capelli dalla sensazione di capelli sfibrati quando umidi, lasciando sui capelli una sensazione di profonda pulizia.

Quali sono i prodotti migliori per la reverse care dei capelli?

Certamente la tecnica reverse care può essere provata con qualsiasi prodotto per la cura dei capelli ma, per i migliori risultati, si devono sempre usare prodotti professionali, creati per rispondere a specifici bisogni ed esigenze della propria capigliatura. I migliori prodotti oggi sul mercato creati per essere usati invertendo l’ordine del rituale di lavaggio sono quelli di Kérastase Thérapiste, della nuova linea professionale Resistance.

Soin Premier Therapiste, trattamento ristrutturante Kérastase dedicato quindi alla cura dei capelli sottili e danneggiati: si applica prima del lavaggio, si lascia in posa per qualche minuto dopodiché si può procedere con il lavaggio dei capelli con Bain Therapiste, lo shampoo Kerastase della stessa linea. Per non annullare l’effetto del conditioner, la tecnica reverse care richiede l’uso di circa la metà della quantità di shampoo per la detersione che per un lavaggio tradizionale. Si deve fare attenzione anche a massaggiare delicatamente i capelli per non formare dei nodi che richiederanno l’uso del balsamo dopo il lavaggio.

Questo rituale invertito permette di proteggere i capelli fini durante il lavaggio, un gesto di ricostruzione capillare che dona purezza, riesce a lasciare i capelli più luminosi e più voluminosi.

 

keratsase-therapiste-reverse-care-capelli

 

Voi avete mai provato la reverse care? Aspettiamo i vostri commenti e i vostri pareri.

Mira xx

Please follow and like us:

Commenta

ALTRI ARTICOLI... 

chiara-alonso-capelli-castani-tendenze-2016

Estate 2016: le sfumature castano che fanno tendenza

Caldo, freddo, scuro, chiaro, con accenti caramello o rossastri, riflessi dorati o mogano, cioccolato, miele…
Leggi
28 - Acconciature per Capodanno

Acconciatura per l’Ultimo dell’Anno?

Alcuni tutorial per aiutarti a realizzare la tua acconciatura per la festa di fine anno!…
Leggi
kerastase-discipline-curl-ideal

Kerastase Curl Ideal, per ricci da sogno

Domare i ricci, una missione a volte facile e a volte non molto.Per questo, nel…
Leggi